Non appena tocchiamo il libro con mano, la prima cosa che risalta all’occhio è l’immagine di una donna dal cui volto sereno partono delle ramificazioni dorate. Quelle linee – quasi emananti luce propria – sono ferite. Ferite che si sono trasformate in qualcosa di molto lontano dalla concezione appartenente alla società occidentale; sono divenute oro.

Quel che l’immagine di copertina mostra è una pratica Giapponese chiamata “Kintsugi” che letteralmente significa “riparare con l’oro”. Tale pratica consiste nell’utilizzare l’oro per riparare vasi e oggetti in ceramica. Si tengono insieme i frammenti e si versa l’oro liquido nelle crepe. Il Kintsugi aumenta il valore dell’oggetto grazie alla presenza del metallo prezioso. Ma l’artigiano non intende recuperare l’oggetto, bensì migliorarlo, rendendolo unico. Raccontare la propria storia attraverso ferite portate con orgoglio, con “umiltà”.

In “Umilmente Leader” è proprio questo il cuore pulsante: il valore dell’umiltà che può rendere i Leader persone uniche e preziose. L’umiltà permette di acquisire importanti competenze che, esercitate quotidianamente, la rafforzano e la fanno crescere sempre più.

Sin dall’inizio, ci si approccia ad una lettura diversa dalle altre. Roberto Lorusso non vuole essere un mentore, ma qualcuno che accompagna per mano, passo dopo passo, verso la scoperta di questa concezione serena della vita e del lavoro. Essere Leader vuol dire capire e conoscere i propri difetti, saperli rendere unici proprio come la pratica Kintsugi. Roberto Lorusso lo sa, lo vive, ma crede che debba essere il lettore, colui veramente disposto a cambiare la propria concezione di pensiero, a dover scoprire la risposta. La nuova strada da percorrere.

Nel libro è presente anche una sorta di test per scoprire quanto la nostra vita sia influenzata da esigenze imposte dalla società. Un test semplice e intuitivo, accompagnato da immagini capaci di alleggerire la tensione.

È interessante il suggerimento con cui Roberto Lorusso ci accompagna alla lettura.

Il “Silenzio”.

Silenzio inteso non solo come assenza di suono esterni, ma calma interiore e animo quieto. Sono i due principi fondamentali per una lettura significativa, capace di sfiorarci delicatamente il cuore. Perché è quello che Roberto Lorusso fa: non sgrida, rimprovera, giudica. Per l’appunto, spiega e racconta con umiltà.

Piccolo consiglio? A lettura terminata, prendi un lungo respiro e concediti qualche secondo, minuto, per assimilare al meglio ciò che hai letto. Dopodiché, sfila la copertina esterna e scopri ciò che c’è all’interno.

Desideri acquistarlo? Semplice, clicca qui https://www.dimarsicolibri.site/prodotto/umilmente-leader/