TOURIST AND RELIGIOUS ITINERARIES AROUND PUGLIA AND BASILICATA

3,90

For the ancient Jews, the Jubilee used to recur every 50 years and represented a very special event. No-one would sow, no-one would harvest. The soil had to rest. Slaves were set free.
Houses, lands and properties would go back to their original owners. The first Jubilee for the Catholic Church was announced in 1300 by Boniface VIII (Clemente VI ordered that it was celebrated every 50 years, Urban VI reduced the interval to 33 years, Paul IV down to 25, although an extraordinary Jubilee is celebrated for the secular commemoration of the death of Christ). Those worshippers who visited the churches of St. Peter, St. Paul, St. John and S. Maria Maggiore would have obtained the indulgence. Although in the past indulgences could be bought, because of faith or for greater convenience, temples have always hosted millions of worshippers. Nowadays, indulgences can no longer be bought and getting closer to the sacred places is a way for the soul to rest. The same could be said for the ancient Jews with their land. This book is dedicated to those believers and non believers who want to know more about those sacred places which, because of faith, history and artistic beauty blend the land with the spirit. We did not want to give only detached information about the 150 churches mentioned. Mostly, we tried to reconstruct the history of these places, with their moments of glory, misery and often fascinating mysteries. In most cases, the story of the churches is also the story of the land that hosts them. This is the reason why by walking across and ancient portal one may enter a universe that already knew about pagan rites before Byzantine and Catholic rites spread. All of those peoples which marked our culture (Longobards, Normans, Swabians, Angevins) also remarkably marked our temples. The itineraries selected by us concern areas located along the various communication roads: from the Appian way, to the Appian – Trajan’s way and the Francigena way. In the first part of the book, the sacred places are described by following an itinerary wanted by the Municipality of Bari, Region of Puglia, Province of Bari, The Papal Basilica of S. Nicola, the Diocese of the Metropolis of Bari, the Diocese of Bari – Bitonto, the Diocese of Altamura – Gravina -Acquaviva, the Diocese of Andria, the Diocese of Conversano -Monopoli, the Diocese of Molfetta – Ruvo – Giovinazzo – Terlizzi, the Diocese of Trani – Barletta – Bisceglie, the Municipality of Bari, Fiera del Levante (local exhibition), the Port of Bari, Soprintendenza Beni A.A.A della Puglia (Institution for Apulian Cultural Beauties). These sacred places have been divided into four itineraries: Sanctuaries, Basilicas and Cathedrals, Monasteries and Ancient Abbeys, Crypts and Rupestral Churches. The second part of the book is dedicated to the description of some of the most beautiful and important churches in Puglia, divided according to their province.
For us it is as if the stones of these temples could speak and we are sure that you will hear their voices too.

Per gli antichi ebrei, il Giubileo ricorreva ogni 50 anni e rappresentava un momento davvero speciale: non si seminava, non si raccoglieva. La terra doveva riposare.Gli schiavi riconquistavano la libertà. Case, terreni, proprietà tornavano ai primitivi padroni. Il primo Giubileo della Chiesa cattolica fu indetto nel 1300 da Bonifacio VIII (Clemente VI ne ordinò la celebrazione ogni 50 anni, Urbano VI ridusse l’intervallo a 33 anni, Paolo IV a 25, un Giubileo straordinario è indetto nella commemorazione secolare della morte di Cristo); i fedeli che avessero visitato le chiese di S. Pietro, S. Paolo, S. Giovanni e S. Maria Maggiore, avrebbero ottenuto l’indulgenza. Per fede o per comodità, una volta le indulgenze, si potevano anche acquistare, i templi, da sempre hanno ospitato milioni di fedeli. Oggi le indulgenze non si acquistano e l’avvicinarsi ai luoghi sacri rappresenta il riposo dell’anima. Come per gli antichi ebrei, la terra. Questo libro è dedicato a chi, credenti e non, vorranno conoscere meglio quei luoghi che per fede, storia e bellezze artistiche, avvicinano la terra allo spirito. Delle oltre 150 chiese citate, non abbiamo voluto dare solo freddi dati; abbiamo cercato soprattutto di ricostruire la storia dei luoghi, con le sue glorie, le sue miserie e, spesso, i suoi affascinanti misteri. La storia delle chiese, quasi sempre, è la storia stessa della terra che le ospita e per questo, varcando un antico portale, si rischia di entrare in un universo che ha già conosciuto riti pagani, prima ancora di quelli bizantini e cattolici. E tutti quei popoli che hanno segnato la nostra cultura (Longobardi, Normanni, Svevi, Angioini) hanno segnato in modo imponente anche i nostri templi. Gli itinerari considerati toccano luoghi situati nelle diverse strade di comunicazione: dalla via Appia, alla Appia-Traiana e alla Francigena. Nella prima parte della pubblicazione troverete i luoghi sacri inseriti in un itinerario voluto da: Comune di Bari, Provincia di Bari, Regione Puglia, Pontificia Basilica di S. Nicola, Diocesi della Metropolia di Bari – Diocesi di Bari – Bitonto, Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva, Diocesi di Andria, Diocesi Conversano – Monopoli, Diocesi Molfetta – Ruvo – Giovinazzo -Terlizzi, Diocesi Trani – Barletta – Bisceglie, Fiera del Levante, Autorità Portuale di Bari, Soprintendenza Beni A.A.A della Puglia, suddivisi in quattro itinerari, Santuari, Basiliche e Cattedrali, Monasteri e Antiche Abbazie, Cripte e Chiese Rupestri. Nella seconda parte, suddivise per province, alcune tra le più belle ed importanti chiese della Puglia.
Per noi le pietre di questi templi “parlano”. Siamo sicure che anche per voi, avranno parole da regalare.

EAN: N/A Categoria: Tag:

For the ancient Jews, the Jubilee used to recur every 50 years and represented a very special event. No-one would sow, no-one would harvest. The soil had to rest. Slaves were set free.
Houses, lands and properties would go back to their original owners. The first Jubilee for the Catholic Church was announced in 1300 by Boniface VIII (Clemente VI ordered that it was celebrated every 50 years, Urban VI reduced the interval to 33 years, Paul IV down to 25, although an extraordinary Jubilee is celebrated for the secular commemoration of the death of Christ). Those worshippers who visited the churches of St. Peter, St. Paul, St. John and S. Maria Maggiore would have obtained the indulgence. Although in the past indulgences could be bought, because of faith or for greater convenience, temples have always hosted millions of worshippers. Nowadays, indulgences can no longer be bought and getting closer to the sacred places is a way for the soul to rest. The same could be said for the ancient Jews with their land. This book is dedicated to those believers and non believers who want to know more about those sacred places which, because of faith, history and artistic beauty blend the land with the spirit. We did not want to give only detached information about the 150 churches mentioned. Mostly, we tried to reconstruct the history of these places, with their moments of glory, misery and often fascinating mysteries. In most cases, the story of the churches is also the story of the land that hosts them. This is the reason why by walking across and ancient portal one may enter a universe that already knew about pagan rites before Byzantine and Catholic rites spread. All of those peoples which marked our culture (Longobards, Normans, Swabians, Angevins) also remarkably marked our temples. The itineraries selected by us concern areas located along the various communication roads: from the Appian way, to the Appian – Trajan’s way and the Francigena way. In the first part of the book, the sacred places are described by following an itinerary wanted by the Municipality of Bari, Region of Puglia, Province of Bari, The Papal Basilica of S. Nicola, the Diocese of the Metropolis of Bari, the Diocese of Bari - Bitonto, the Diocese of Altamura - Gravina -Acquaviva, the Diocese of Andria, the Diocese of Conversano -Monopoli, the Diocese of Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi, the Diocese of Trani - Barletta - Bisceglie, the Municipality of Bari, Fiera del Levante (local exhibition), the Port of Bari, Soprintendenza Beni A.A.A della Puglia (Institution for Apulian Cultural Beauties). These sacred places have been divided into four itineraries: Sanctuaries, Basilicas and Cathedrals, Monasteries and Ancient Abbeys, Crypts and Rupestral Churches. The second part of the book is dedicated to the description of some of the most beautiful and important churches in Puglia, divided according to their province.
For us it is as if the stones of these temples could speak and we are sure that you will hear their voices too.

Per gli antichi ebrei, il Giubileo ricorreva ogni 50 anni e rappresentava un momento davvero speciale: non si seminava, non si raccoglieva. La terra doveva riposare.Gli schiavi riconquistavano la libertà. Case, terreni, proprietà tornavano ai primitivi padroni. Il primo Giubileo della Chiesa cattolica fu indetto nel 1300 da Bonifacio VIII (Clemente VI ne ordinò la celebrazione ogni 50 anni, Urbano VI ridusse l’intervallo a 33 anni, Paolo IV a 25, un Giubileo straordinario è indetto nella commemorazione secolare della morte di Cristo); i fedeli che avessero visitato le chiese di S. Pietro, S. Paolo, S. Giovanni e S. Maria Maggiore, avrebbero ottenuto l’indulgenza. Per fede o per comodità, una volta le indulgenze, si potevano anche acquistare, i templi, da sempre hanno ospitato milioni di fedeli. Oggi le indulgenze non si acquistano e l’avvicinarsi ai luoghi sacri rappresenta il riposo dell’anima. Come per gli antichi ebrei, la terra. Questo libro è dedicato a chi, credenti e non, vorranno conoscere meglio quei luoghi che per fede, storia e bellezze artistiche, avvicinano la terra allo spirito. Delle oltre 150 chiese citate, non abbiamo voluto dare solo freddi dati; abbiamo cercato soprattutto di ricostruire la storia dei luoghi, con le sue glorie, le sue miserie e, spesso, i suoi affascinanti misteri. La storia delle chiese, quasi sempre, è la storia stessa della terra che le ospita e per questo, varcando un antico portale, si rischia di entrare in un universo che ha già conosciuto riti pagani, prima ancora di quelli bizantini e cattolici. E tutti quei popoli che hanno segnato la nostra cultura (Longobardi, Normanni, Svevi, Angioini) hanno segnato in modo imponente anche i nostri templi. Gli itinerari considerati toccano luoghi situati nelle diverse strade di comunicazione: dalla via Appia, alla Appia-Traiana e alla Francigena. Nella prima parte della pubblicazione troverete i luoghi sacri inseriti in un itinerario voluto da: Comune di Bari, Provincia di Bari, Regione Puglia, Pontificia Basilica di S. Nicola, Diocesi della Metropolia di Bari - Diocesi di Bari - Bitonto, Diocesi di Altamura - Gravina - Acquaviva, Diocesi di Andria, Diocesi Conversano - Monopoli, Diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo -Terlizzi, Diocesi Trani - Barletta - Bisceglie, Fiera del Levante, Autorità Portuale di Bari, Soprintendenza Beni A.A.A della Puglia, suddivisi in quattro itinerari, Santuari, Basiliche e Cattedrali, Monasteri e Antiche Abbazie, Cripte e Chiese Rupestri. Nella seconda parte, suddivise per province, alcune tra le più belle ed importanti chiese della Puglia.
Per noi le pietre di questi templi “parlano”. Siamo sicure che anche per voi, avranno parole da regalare.

Informazioni aggiuntive

AUTORE

Maria Teresa Cirillo – Milena Pastore

COLLANA

CUCINA

ISBN

9788899123697

PAGINE

264

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “TOURIST AND RELIGIOUS ITINERARIES AROUND PUGLIA AND BASILICATA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.